La necropoli Etrusca di Castro

Della necropoli etrusca la parte più interessante è situata nei pressi del santuario del Crocifisso di Castro. Di fronte ad esso si trova la tomba monumentale del VI sec. A. C. a forma di semidado, di grandi dimensioni. Dello stesso periodo è la tomba denominata della “Biga di Castro”, per il fatto di avervi rinvenuto un rarissimo esemplare di biga etrusca, attualmente esposta al Museo  di Viterbo. Si tratta di una tomba ipogea con un lungo dromos a cielo aperto, vestibolo e camera. Scendendo verso il fiume Olpeta sono visibili altre tombe analoghe e un bel colombario di epoca romana.

In questo percorso non si può non ammirare l’ambiente naturale nel quale si è immersi, la rigogliosa vegetazione composta soprattutto di piante d’alto fusto e di un fitto sottobosco che varia secondo le stagioni.
Attraversato il fiume ci si trova immediatamente su una strada di origine etrusca chiamata “Via Cava”. Si tratta di un profondo taglio nel tufo di circa 20 mt. di altezza e 80 mt. di lunghezza. Iniziata in epoca etrusca e più volte modificata fino al Rinascimento, è considerata da alcuni studiosi un tratto della via Clodia. Di particolare interesse la scritta in caratteri etruschi su una parete.